Se 13 milioni vi sembrano pochi

Inauguriamo questa rubrica con un piccolo tributo a Roberto Mancini, nuovo Ct della Nazionale italiana.

Da calciatore e da allenatore Mancini non avrebbe certo avuto bisogno del nostro evviva: in entrambi i ruoli è stato ed è un grande: 173 gol solo con la maglia della mitica Sampdoria di Boscov, la Premier, la FA Cup e Community Schield vinte da manager del Manchester City, i due scudetti, la Supercoppa e la Coppa Italia vinti da allenatore dell’Inter. Basta e avanza tutto questo per farne un mito del calcio italiano.

E ora la Nazionale. Con la quale da giocatore ha sempre avuto un rapporto complicato. Le sue doti di grande calciatore non si discutevano. Bearzot lo volle in maglia azzurra, ma con Sacchi Ct non si prese mai e sparì dal giro dei nazionali. Anche se 36 partite con diversi gol restano nel suo palmares.

Ora dunque il suo ritorno in Nazionale. In molti hanno storto la bocca. Da un sondaggio è venuto fuori che la quasi totalità dei tifosi italiani avrebbe voluto Carlo Ancelotti in quel ruolo. Ma Ancelotti dopo un lungo tira e molla ha preferito declinare.

Mancini invece no. Lui alla maglia azzurra ci teneva, forse proprio perché da giocatore non lo vollero, e ci teneva tanto da rinunciare ad un contratto e uno stipendio da favola che aveva con lo Zenit San Pietroburgo. Per allenare gli azzurri Mancini ha rinunciato a 13 milioni  in due anni. Ci chiediamo: chi lo avrebbe mai fatto? Solo lui, col suo carattere mai docile nascosto dietro una faccia gradevole e sorridente. Come quando da calciatore rifiutò la Juventus preferendo restare alla Sampdoria per poi passare alla Lazio:

In Nazionale guadagnerà due milioni l’anno, più bonus e altro che arriverà dagli sponsor. Sì, dopo Conte sarà il Ct più pagato della Nazionale: ma sempre poca cosa rispetto ai 13 in due anni dello Zenit. Non foss’altro che per questo, diciamo grazie a Roberto Mancini. Che unico tra tutti i precedenti ct ha accettato anche la clausola: niente risultati, subito a casa. Un signore, oltre che un grande calciatore.

Ah, dimenticavamo: il sig. Ventura, continua ad essere stipendiato dalla Figc dopo averci costretto a vedere il prossimo mondiale senza l’Italia.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: